Lasciamo che i bambini giochino e si divertano

Non correre, non saltare, non toccare, non giocare.

Quante volte ripeti queste frasi a tuo figlio?

Lascia che tuo figlio giochi di più.

Anche al ristorante, anche al supermercato, anche a scuola.

Giocare non significa comportarsi da maleducati o non avere regole e fare casino.

Giocare significa esprimere la propria natura di persone in movimento, in divenire, che hanno bisogno di fare.

Non costringiamo i bambini a stare fermi e zitti.

Deve essere tuo compito quando ti organizzi: organizzati pensando a loro, scegliendo situazioni e luoghi che permettano a tuo figlio di esprimersi in libertà.

I bambini giocano naturalmente, perché provano attraverso il gioco una sensazione di benessere. Così come naturalmente si muovono, corrono, si arrampicano, usano tutti i loro sensi.

Per i bambini non c’è nessuna differenza fra il loro gioco e ciò che gli adulti definiscono lavoro.

Attraverso il gioco, i bambini hanno una gratificazione immediata e non hanno bisogno di altro. Ma non solo. Attraverso il gioco i bambini comprendono come funzionano le cose a questo mondo: cosa si può fare o non fare con le cose, il legame causa-effetto, la probabilità, le dinamiche comportamentali, come ci si relaziona con gli altri; questi sono solo alcuni esempi di cose che i bambini imparano attraverso il gioco.

Non so tu, ma gli adulti in genere senza le giuste competenze per osservare queste dinamiche e rilevare queste informazioni, non riescono a vedere oltre il gioco, la miriade di dinamiche coinvolte.

> Clicca qui e scopri Educare Facile

Il Video Corso  che ogni genitore dovrebbe avere per scoprire come liberarsi dalla rabbia, essere più sereno e crescere figli più forti sereni e sicuri di sé. (anche se non hai il tempo di frequentare dei corsi).

Lo sapevi che il gioco aiuta i bambini a diventare perseveranti e fiduciosi?

L’esperienza del gioco insegna ai bambini a essere perseveranti e ad avere fiducia nelle proprie capacità.

Sono due potenziali fondamentali per il loro benessere; è un processo attraverso cui i bambini diventano consapevoli del proprio mondo interiore e di quello esteriore e ne definiscono regole e limiti.

I giochi dei bambini si modificano nel tempo, di pari passo con il loro sviluppo intellettivo e psicologico, ma rimangono un aspetto fondamentale della vita di ogni individuo, in tutte le fasce d’età.

Scopri perché il gioco è il miglior modo per trovare sé stessi e quali sono i 3 elementi che creano autonomia nei bambini.

Il gioco è significativo per lo sviluppo intellettivo de bambini, perché il bimbo, quando gioca, sorprende se stesso e nella sorpresa acquisisce nuove modalità per entrare in relazione con il mondo esterno.

Nel gioco i bambini sviluppano principalmente 3 potenzialità:

  • intellettive
  • affettive
  • relazionali.

Non credere che siano potenzialità trascurabili o da lasciare al caso, perché da questi 3 elementi dipende la capacità di tuo figlio di essere autonomo, sapersela cavare nella vita, affrontare le sfide e le difficoltà, stare al mondo in pace con se stesso e con gli altri.

A seconda dell’età, i bambini nel giocare imparano ad essere creativi, sperimentano le proprie capacità cognitive, scoprono se stessi, entrano in relazione con i coetanei e sviluppano quindi l’intera personalità.

Privare i bambini della loro libertà di giocare intacca la loro serenità e danneggia l’autostima.

A quei bambini stiamo impedendo di esplorare il mondo e di costruire la loro personalità.

Agli inizi del ‘900 Maria Montessori diceva: “Il gioco è il lavoro dei bambini”. A volte osservo bambini rimproverati, limitati, oppressi, che non possono fare nulla e vedo nei loro occhi la tristezza.

Più giocano, più scoprono la vita e imparano a gestire le proprie emozioni.

I bambini sono eterno movimento, come le onde del mare, come un palloncino nel cielo. 

Dedichiamo del tempo esclusivo ai nostri figli, senza tv, senza tablet o smartphone, senza distrazioni o egocentrismo.

Dedichiamoci solo a loro. Guardiamoci negli occhi. Ascoltiamoli. Giochiamo con loro senza pensare agli altri o al contesto. Non importa per quanto tempo, anche solo mezz’ora di qualità può bastare.

I bambini hanno bisogno di sentirsi importanti e amati per avere fiducia in se stessi e crescere più sereni e indipendenti. Amarli non significa solo prendersi cura di loro, vestirli o fargli da mangiare. Significa interagire con loro attraverso il gioco. Gioco che dovrebbe essere guidato dai bambini. Lasciateli decidere, quando giocate con loro.

> Clicca qui e scopri Educare Facile

Il Video Corso  che ogni genitore dovrebbe avere per scoprire come liberarsi dalla rabbia, essere più sereno e crescere figli più forti sereni e sicuri di sé. (anche se non hai il tempo di frequentare dei corsi).

Montaigne, filosofo e scrittore francese, già nel ‘500 diceva: “I giochi dei bambini non sono solo dei giochi, bisogna valutarli come le loro azioni più serie”.

Buona giornata, genitori supereroi!

Essere leader non è così difficile come pensi, come tutte le cose si può imparare e io ho creato per te una scuola di crescita personale per darti strumenti concreti e utili da applicare fin da subito per il cambiamento. Ci vediamo dalla parte di chi vuole il successo con i suoi figli!

> Clicca qui e scopri Educare Facile

Il Video Corso  che ogni genitore dovrebbe avere per scoprire come liberarsi dalla rabbia, essere più sereno e crescere figli più forti sereni e sicuri di sé. (anche se non hai il tempo di frequentare dei corsi).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *